AVVISO

Prot. n. 5700

Oggetto: FONDO “MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI -FSE” P.O. CAMPANIA FSE 2007-2013 - ADESIONE  MANIFESTAZIONE DI INTERESSE.


Con il fondo “MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE”, la Regione Campania intende promuovere la creazione e la sperimentazione di un dispositivo finanziario a sostegno dello sviluppo delle capacità imprenditoriali e dell'occupazione del territorio regionale.

L'azione nei confronti della micro imprenditoria è rafforzata nella componente di attenzione al territorio, attraverso una strategia concentrata sui “piccoli” Comuni campani (con popolazione fino a 5.000 abitanti), con lo scopo di contrastare i fenomeni di spopolamento, di difficoltà di accesso al credito da parte delle imprese, e promuovendo parallelamente la propensione dei territori locali ad attrarre nuovi investimenti.
I “piccoli” Comuni con popolazione uguale o inferiore ai 5.000 abitanti possono presentare i Progetti Integrati dei Piccoli Comuni (di seguito PICO). I PICO indicano un progetto di sviluppo finalizzato alla creazione di occupazione, al rilancio economico-sociale e anche al contrasto dello spopolamento di piccoli Comuni. Ciascun Comune può presentare un unico PICO che potrà avere un dimensionamento massimo di Euro150.000,00.

I PICO prevedono incentivi rimborsabili (microcredito per un massimo di 25.000 euro) per il sostegno dell'imprenditorialità e l'accesso al mercato del lavoro, destinati a:

- Start-up di imprese riconducibili alla gemmazione da imprese esistenti;

- Attività imprenditoriali o di autoimpiego operanti nei settori indicati nel PICO e funzionali alla strategia del   

   PICO.

I beneficiari finali dei finanziamenti sono le imprese costituende o costituite, composte da disoccupati, inoccupati, inattivi, lavoratori in CIGO, CIGS e mobilità, con una specifica attenzione ai giovani, ai disoccupati di lunga durata, alle donne, agli studenti e agli immigrati, localizzate nei territori dei Comuni il cui PICO verrà approvato.

Gli incentivi rimborsabili (microcredito per un massimo di 25.000 euro) che saranno erogati ai beneficiari selezionati al termine della Fase II, come previsto all’Art. 5, saranno concessi nella forma tecnica di mutui chirografari con le seguenti caratteristiche:

Entità:minimo:Euro 5.000,00 massimo:Euro 25.000,00

Durata:60 mesi

Tasso: 0%

 Tasso di mora: pari al tasso legale, in caso di ritardato pagamento


Rimborso: in rate costanti posticipati mensili, con decorrenza sette mesi dalla stipula del contratto di finanziamento

Garanzie: nessuna garanzia reale, patrimoniale o finanziaria è richiesta al momento della presentazione della domanda. Per le società di capitali potranno essere richieste, prima della sottoscrizione del contratto, garanzie personali patrimoniali, reali o finanziarie nelle ipotesi in cui la quota di patrimonio netto libera da vincoli sia inferiore o al massimo uguale alla richiesta di finanziamento.

Nella definizione dei PICO saranno considerate ammissibili le spese afferenti ai progetti presentati nella Fase II riguardanti: le spese, strettamente inerenti il ciclo economico, per l’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature nuovi o usati; le opere murarie necessarie all’adeguamento e messa a norma dei locali adibiti all’attività; i beni immateriali ad utilità pluriennale, inclusi i diritti di brevetto, le licenze, i piani di sviluppo di impresa, i piani di marketing, i piani finalizzati all’internazionalizzazione se connessi ad un piani di ampliamento della base produttiva; le spese per l’ acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo e di scorte; le spese per utenze e canoni di locazione degli immobili strumentali all’esercizio dell’attività; le spese per l’aggiornamento dei software; le spese per servizi di consulenza professionale (legale, tecnica, commerciale); le spese per il personale qualora sulla risorsa non siano già stati concessi sgravi contributivi o incentivi all’assunzione in base a leggi nazionali, regionali o progetti a finanziamento statale e/o regionale. L’acquisto di autovetture/automezzi è ammissibile limitatamente ai mezzi strettamente funzionali all’attività d’impresa.

AL FINE DI METTERE IN CONDIZIONE IL COMUNE DI  SAN SALAVATORE TELESINO DI CANDIDARE A FINANZIAMENTO IL PICO, LE IMPRESE COSTITUITE O COSTITUENDE, INTERESSATE AD ACCEDERE AL FINANZIAMENTO (MAX 25.000 EURO RIMBORSABILI IN 60 RATE A TASSO 0), SONO INVITATE A PRESENTARE AL COMUNE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL GIORNO 28/07/2014 MANIFESTAZIONE DI INTERESSE SPECIFICANDO LE ATTIVITA’ CHE SI INTENDE  IMPLEMENTARE TRA LE SEGUENTI CATEGORIE:
-servizi al turismo (servizi, ristorazione, alloggio),tutela dell’ambiente ,servizi sociali alle persone; servizi culturali; ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione) risparmio energetico ed energie rinnovabili; manifatturiero; artigianato e valorizzazione di prodotti tipici locali; attività professionali in genere; commercio di prossimità.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI RIVOLGERSI AL COMUNE DI SAN SALVATORE TELESINO CONSULTARE IL SITO : www.comune.sansalvatoretelesino.bn.it

San Salvatore Telesino li 21/07/2014

                                               Il Sindaco

                                                   f.to   Avv. Fabio Massimo L. Romano